Vamos a comer la paella!! 16 Dicembre 2013

La paella nasce, come molti piatti di successo, dalla tradizione contadina dei piatti di "recupero".

I lavoratori della campagne della Comunità Valenciana, dopo una dura giornata di lavoro, preparavano il loro pasto mescolando insieme tutto ciò che era in loro disposizione.

Così mettendo insieme fagiolini, pollo, coniglio, anatra, pomodorini, peperoni e zafferano col riso, inizia la storia della paella.

Lo sviluppo poi, della sua fama internazionale , si è avuto con l'inserimento alla fine del XIX secolo nei menù turistici dei ristoratori locali e col passaparola dei turisti che nei racconti dei loro viaggi decantavano l'eccezionale golosità di questo piatto.

La paella deve il suo nome al recipiente in cui veniva preparato, una padella con manici profonda 4-5 cm.

Nel tempo , l'arroz a la paella, cominciò ad essere ricordato col solo nome di "Paella".

La sua successiva diffusione su tutto il territorio spagnolo ha portato a delle contaminazioni: l'aggiunta di pesce alla ricetta originale è la versione oggi maggiormente diffusa.

In altre regioni come in Catalogna è poi invalso l'uso di prepararla solo con pesce, molluschi e calamari.

Pronti a partire  sulla rotta della Paella per scoprirne tutte le sue declinazioni?

 

« indietro